Newsletter

.

Archivio post

Ultimi Commenti

Contatore

Chi vogliamo avere vicino?

14 Ago 2013 | Crescita personale, Relazioni

Product by:
Fosco Del Nero

Reviewed by:
Rating:
5
On 14 Agosto 2013
Last modified:7 Dicembre 2013

Summary:

Bella domanda… che ovviamente va intesa non come chi-nome e cognome, ma come chi-genere di persone che vogliamo avere intorno. Se la domanda è semplice (se ce la si fa!), e spesso la risposta è ancora più semplice, meno immediate sono invece le due considerazioni successive...

Chi vogliamo avere vicino? - Relazioni personali

Bella domanda… che ovviamente va intesa non come chi-nome e cognome (ossia, voglio fidanzarmi con Maria Maddalena!), ma come chi-genere di persone che vogliamo avere intorno.

Se la domanda è semplice (se ce la si fa!), e spesso la risposta è ancora più semplice (persone positive, sincere, affettuose, intelligenti, stimolanti, divertenti, etc), meno immediate sono invece le due considerazioni successive.

Prima considerazione: io esprimo quelle qualità che vorrei trovare o ne sono molto distante?

Seconda considerazione: sto frequentando i posti in cui è più facile che trovi quel tipo di persone lì?

La prima considerazione-domanda è un sottoprodotto del principio speculare del mondo, per cui io inevitabilmente attraggo NON persone simili a me (molti in questo si confondono; hanno male interpretato la legge di attrazione), ma persone energeticamente compatibili con me.
In questo senso, non c’è fallo e non c’è inganno: non posso che attrarre persone vibrazionalmente simili a me, del medesimo livello energetico, al di là poi di come tale vibrazione “qualitativa” andrà a rappresentarsi sul piano caratteriale della personalità.
Ma dal principio non si sfugge: attirerò persone non simili, ma compatibili vibrazionalmente, e attirerò quelle persone che mi serviranno come apprendimento evolutivo. Anche da qui non si sfugge.

Passiamo ora al punto due. :)
Molti si lamentano di incontrare sempre e solo persone di un certo tipo… quando poi sono esse stesse che frequentano sempre gli stessi tipi di ambienti umani.
Per carità, quello che ci serve arriva al di là dell’ambiente che frequentiamo, però non è una brutta idea, ammesso che si sia cambiati dentro, procedere anche a un cambio di ambiente sociale fuori, giusto per rimanere in pari col lavoro e per dare una mano all’Universo nell’accontentarci… :)

Qua il principio conduttore, al di là della teoria magnetico-attrattivo-evolutiva, è molto semplice: frequenta persone e ambienti che ti ispirano, che ti stimolano in positivo, che ti fanno star bene.
Vai nella direzione in cui vuoi andare.
Come dice Wayne Dyer: “Decidete di trascorrete più tempo con coloro con cui sentite di avere una maggiore sintonia spirituale.
Questo significa cercare persone con un più alto livello di energia vibrazionale, evitando invece coloro che corrispondono a schemi comportamentali orientati piuttosto verso l’ego.
Ricordate sempre che le energie spirituali superiori annullano le vostre tendenze inferiori, facendovi allo stesso tempo avvicinare a frequenze più ispirate”.
Il concetto sembrerebbe una banalità, ma forse non lo è tanto, visto che non lo applica quasi nessuno!

Tanto, gli insegnamenti che dobbiamo fare nostri ci si pareranno dinanzi in ogni caso, per cui tanto vale decidere almeno la direzione generale!
Anche perché, più percorriamo il nostro sentiero, e non quello di qualcun altro, più saremo attenti nel rispondere alla voce della nostra anima, più l’esistenza sarà dolce con i suoi insegnamenti. Non sta scritto da nessuna parte che si debba apprendere sempre e solo nel dolore… per ora è soprattutto così perché siamo ancora duri d’orecchie e lenti di comprendonio, ma il sentiero dolce è a nostra disposizione.
E anzi è assai meno trafficato e si sta più comodi. :)

Ma anche passando di qua ci capiterà pure qualche ostacolo, magari anche difficile da sorpassare. Fa niente, vuol dire che quella cosa ci serviva per evolvere… e vuol dire che abbiamo la forza per superarla, perché l’esistenza non ci sottopone mai a una prova più grande di quella che possiamo affrontare… è sempre tutto proporzionato e perfetto.

Buon cammino. :)
Che poi è il nome di un viale-passeggiata panoramica vicino a casa mia. :)

Fosco Del Nero

(Visited 1 times, 1 visits today)
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...

4 Commenti

  1. Stefano

    Uno dei tuoi post che più mi è piaciuto.
    Il difficile (anche questa è una credenza), sono le persone che devi frequentare “per forza”, per lavoro ma soprattutto le persone a cui vuoi veramente bene (in genere amici e parenti).
    Ma se riesci ad agire invece che reagire, se riesci a dare il buon esempio tirando fuori quelle qualità che vorresti vedere negli altri, se fai notare con dolcezza e con un po’ di humor i comportamenti come le continue lamentele, le autocommiserazioni, il giudicare o il dare sempre la colpa agli altri ecc… si possono avere risultati grandiosi e inaspettati.

  2. Fosco Del Nero

    Sì, Stefano, le cose possono cambiare alla grande. Comunque ci tengo a sottolineare che il problema di “dover frequentare certe persone per forza” è un falso problema, nel senso che, attrattivamente parlando, se cambia il nostro punto d’attrazione (perchè magari abbiamo trasmutato certe emozioni-energie negative interiori), le persone “fastidiose” che abbiamo intorno necessariamente o spariranno dalla nostra vita, o cambieranno atteggiamento nei nostri confronti. O magari cambieremo approccio noi, sta di fatto che o cambia il rapporto o la persona sparisce.
    Come sempre, sta sempre a noi. :)
    Ah, grazie dei complimenti per l’articolo, spero di scriverne di sempre migliori e più utili. :)

    Fosco Del Nero

  3. Paolo

    Molto bello! Grazie

  4. Fosco Del Nero

    Prego. :)

    Fosco Del Nero

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo Bellezza Amore Gioia
Banner pagina facebook
Banner "Il cammino del mago"
Banner canale youtube