Product by:
Salvatore Brizzi

Reviewed by:
Rating:
4
On 19 marzo 2013
Last modified:10 dicembre 2013

Summary:

Normalmente di un autore, soprattutto di un autore che propone un percorso graduale ai suoi lettori, si legge il primo libro, poi il secondo, il terzo, etc. Con Salvatore Brizzi ho fatto il contrario, ignorando per il momento la sua trilogia di base e dedicandomi invece ai suoi ultimi lavori. A cominciare dall’ultimissimo, Il libro di Draco Daatson, per poi proseguire con Risvegliare la macchina biologica per utilizzarla come strumento magico, oggetto della recensione di oggi.

Il cammino della luce - Michela Salotti, Paolo Montanari, Roberto Fabbroni (spiritualità)Titolo: Risvegliare la macchina biologica per utilizzarla come strumento magico.
Autore: Salvatore Brizzi.
Argomenti: esoterismo, alchimia.
Editore: Antipodi Edizioni.
Anno: 2011.
Voto: 7.5.
Approfondimento: qui.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiIl giardinoAmazon.

 

Normalmente di un autore, soprattutto di un autore che propone un percorso graduale ai suoi lettori, si legge il primo libro, poi il secondo, il terzo, etc.

Con Salvatore Brizzi ho fatto il contrario, ignorando per il momento la sua trilogia di base (Officina alchemica, La porta del mago, Risveglio) e dedicandomi invece ai suoi ultimi lavori. A cominciare dall’ultimissimo, Il libro di Draco Daatson, per poi proseguire con Risvegliare la macchina biologica per utilizzarla come strumento magico, oggetto della recensione di oggi, e La sconfitta di Cronos, che ho letto per terzo e recensirò a breve.

Risvegliare la macchina biologica (che da ora in avanti chiamerò così per brevità!) comincia con queste parole: “Questo è un libro di Potere, Preghiera e Magia”.
E che subito dopo si chiede “Come si diventa maghi o maghe al Servizio del mondo?”.
Una premessa a una domanda non da poco, a cui il libriccino dà risposte concrete, pur in uno spazio decisamente contenuto (è veramente minuscolo col suo formato tascabile e le sue 45-50 pagine stampate).

Come suo solito, Brizzi non le manda a dire, e e parla con compassione ma con decisione.
In questo senso, questo libercolo, così come anche Il libro di Draco Daatson, non è per tutti, e in particolare non è adatto agli amanti della spiritualità new age perbenista e politically correct. Che senza dubbio ha anch’essa una sua funzione, ma si tratta di target molto diversi.

Risvegliare la macchina biologica, invece, è adatto a chi desidera prendersi la responsabilità della propria esistenza, tanto che lo stesso Brizzi, affermando che il suddetto libro è “intriso dell’energia della Responsabilità”, consiglia di tenerselo sempre vicino se si vuole maturare o amplificare questa qualità.
Cosa che peraltro suggeriva anche per il libriccino di accompagnamento al dvd Alchimia contemporanea (video anch’esso molto bello).

I focus del testo, in effetti, sono la responsabilità e la preghiera, ancora più che la presenza, col testo che, pur molto breve, ha un suo perché, sia a livello contenutistico che a livello vibrazionale.

Devo dire che fino ad ora, tra video, audio e libri, Salvatore Brizzi non mi ha mai deluso… tutto il contrario.
Ergo, lo consiglio a mia volta: se dal primo o dall’ultimo libro, vedete voi in base al vostro punto di partenza.
Buona lettura e buona Responsabilità.

Fosco Del Nero

Share Button