Product by:
Swami Kriyananda

Reviewed by:
Rating:
4
On 2 aprile 2013
Last modified:7 luglio 2014

Summary:

Bentrovati a tutti, amici lettori. Oggi siamo qui con Swami Kriyananda e il suo long seller Il segno zodiacale come guida spirituale.

Il segno zodiacale come guida spirituale - Swami Kriyananda (astrologia)Titolo: Il segno zodiacale come guida spirituale (Your sun sign as a spiritual Guide).
Autore: Swami Kriyananda.
Argomenti: , spiritualità, astrologia.
Editore: Ananda Edizioni.
Anno: 1971.
Voto: 8.
Recensione: qui.
Dove lo trovi: Macrolibrarsi, Il giardino, Amazon.

 

Bentrovati tutti, amici lettori.
Oggi siamo qui con Swami Kriyananda e il suo long seller Il segno zodiacale come guida spirituale.
Long seller nel senso che è un libro apprezzatissimo e vendutissimo da molti decenni… sebbene sia stato tradotto in italiano solamente da pochissimo.
L’ho subito letto, apprezzato molto a mio volta, e da esso ho estratto per voi alcuni interessanti spunti.

Partiamo da un brano sul significato dell’astrologia.
“Nei tempi antichi, l’astrologia era considerata dagli uomini più saggi come una scienza divina: lo scopo principale dell’astrologia è di aiutare l’uomo ad abbandonare la dipendenza da tutte le influenze esterne e a diventare un’anima libera, guidata soltanto dalla luce della verità nel proprio cuore.
Così come un buon generale deve conoscere la conformazione del territorio e i relativi punti di forza e di debolezza dei suoi nemici e dei suoi alleati, allo stesso modo un uomo è aiutato nel suo viaggio verso la liberazione finale se comprende almeno qualche aspetto delle influenze sottili che lo condizionano, alcune in maniera avversa, altre in maniera benefica. Pur se non dovesse provare il desiderio di conoscere in modo specifico tutte queste influenze, egli troverà molto utile anche solo essere consapevole, in generale, che tali influenze sottili esistono.
Lo scopo ultimo dell’astrologia è aiutare l’uomo a comprendere che può svilupparsi interiormente, per eliminare le influenze dannose e fare il miglior uso possibile di quelle benefiche.
Riconoscendo le influenze dell’universo esterno, egli può raggiungere una maggiore comprensione anche del modo in cui il proprio universo interno di energie sottili lo condiziona. Imparando a sviluppare il proprio universo interiore, può liberarsi gradualmente dalla dipendenza da quello esteriore.”

Un’altra citazione sullo scopo dell’astrologia, questa più “flash”.
“Uno degli scopi più elevati dell’astrologia è aiutare l’uomo a divenire più consapevole del sottile legame che unisce tutte le cose, tutte parti di un’unica entità, tutte reali soltanto nel senso che il tutto è reale.”

Seguono ora tre citazioni, tutte abbastanza rapide, dedicate ai vari segni dello zodiaco.
Ma, siccome in ognuno di noi c’è un po’ del Toro o del Pesci, i suggerimenti vanno bene per tutti.
Partiamo col primo sulla natura dello spirito… e dell’inizio.
“Lo Spirito è sempre nuovo.
Ogni respiro è un’opportunità psicologica per un fresco inizio nella nostra vita.
Impara a vedere il lungo viaggio della vita come una serie ininterrotta di sempre nuovi inizi.”

Il secondo invece ci parla dell’affidarsi alla vita, tema centrale di molti insegnamenti spirituali.
“Ricorda che aggrapparsi a una cosa o cercare di realizzarla con troppo accanimento è indice di dubbio.
Impara a fare affidamento su un Piano Cosmico nel quale tutto, in ultima analisi, andrà per il meglio.”

Il terzo prosegue il secondo, e ci dice dove ci porterà l’affidarci alla vita.
“Se abituerai la tua mente ad aggrapparsi saldamente alla fede, vedrai sviluppare in te, in modo piuttosto naturale, un atteggiamento di accettazione della vita, finché scoprirai che non hai bisogno di afferrare nulla, perché tutto è già tuo in Dio.”

Dopo tre spunti veloci, ora tre citazioni che suggeriscono degli esercizi-meditazioni.
Anche queste, erano rivolte ciascuna a un certo segno… ma sono compiti a casa che farebbero comodo a molti!
La prima ci parla dell’orizzonte… e della presenza di Dio.
“Una buona meditazione è concentrarsi è quella di concentrarsi sulla linea d’orizzonte dell’oceano o su qualsiasi altra linea sottile che diviva una cosa dall’altra, cercando di penetrare nei reami nascosti che quella demarcazione suggerisce.
“Dio riposa per sempre nella linea d’orizzonte che divide tutti gli opposti”, diceva Paramhansa Yogananda,
Una linea retta è unidimensionale. Penetrando questa dimensione, la coscienza passa nel mondo privo di dimensione dello Spirito.”

La seconda ci porta invece nello spazio… e nell’amore universale.
“Siediti tranquillamente in meditazione e visualizza te stesso circondato dallo spazio infinito.
Contempla mentalmente milioni di chilometri alla tua sinistra, a destra, di fronte, dietro, sopra, sotto.
Volgi lo sgurdo alle profondità del tuo essere e scorgi anche lì un’infinità di spazio.
Librati leggero in questo vuoto infinito, più libero degli uccelli.
Poi lentamente, dal tuo centro, espandi in tutte le direzioni, verso l’infinito, un senso di amore e gioia universale.
Tutti gli esseri sono inondati dal tuo amore e dalla tua gioia
Questa, e questa soltanto, è la Legge, la Realtà Suprema.

La terza, infine, ci porta… in un torrente, ma soprattutto ci suggerisce come aumentare il proprio lasciar fluire la vita, la propria fiducia nell’esistenza.
“Una buona meditazione è quella di meditare sull’acqua.
In India alcuni yogi si immergono in piedi fino al collo in un torrente e si concentrano sulle correnti che scorrono intorno al loro corpo.
Gradualmente anche la loro mente inizia a lasciar andare la loro salda presa sull’ego e a fluire liberamente con le correnti della vita.”

Anche se, come sottolinea lo stesso Swami Kriyananda a fine libro…
“La tecnica suprema è amare Dio e abbandonarsi completamente a lui.”

E, detto questo, terminato l’articolo di approfondimento de Il segno zodiacale come guida spirituale, non lunghissimo ma ugualmente molto ricco, vi saluto e vi auguro tante belle cose. :)

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...