Review of: Dna2 Pure
Product by:
Life Innovation

Reviewed by:
Rating:
5
On 27 agosto 2012
Last modified:8 marzo 2017

Summary:

L’articolo odierno è piuttosto particolare, visto che non recensisco un prodotto di crescita personale, ma un prodotto legato alla salute: il filtro per l’acqua Dna2 Pure.

 

 

 

 

 

 

 

Nome: Dna2 Pure.
Distributore: LifeInnovation.
Argomento: salute, benessere, acqua.
Voto: 9.
Dove lo trovi: MacrolibrarsiLifeInnovation.eu.


L’articolo di oggi è decisamente particolare, visto che non vado a recensire un libro o un video di crescita personale, bensì un prodotto legato alla salute e al benessere personale: il filtro per l’acqua Dna2 Pure.

Parto da una piccola premessa: dopo tanti anni dedicati al miglioramento e al benessere personale, in cui, per dirne una, ho avuto molti risultati a livello di salute, sono arrivato alla conclusione che alcuni settori siano particolarmente importanti e decisivi.
Questi, per essere preciso: la respirazione, la meditazione, l’alimentazione e l’acqua.
Nell’elenco ci metto certamente anche pensieri ed emozioni, la cui qualità comunque è fortemente influenzata dal nostro livello di salute e benessere.

È un serpente che si morde la coda, il più classico degli Ouroboros: il benessere emotivo influenza il benessere fisico, che a sua volta influenza il benessere emotivo, e così via.
Ergo, per migliorare la propria situazione occorre partire da uno di questi due punti, sapendo che esso avrà inevitabili influenze anch sugli altri “comparti del sistema uomo”.

Ecco perché da un lato è così importante la crescita personale (ciò con cui nutriamo la nostra mente e la nostra anima), ed ecco perché dall’altro lato è così importante il campo dell’alimentazione (ciò con cui nutriamo il nostro corpo).

Ora, modificare l’alimentazione è per certi versi complesso, e richiede cambiamenti di abitudini e di gusto che non tutti sono in grado di portare avanti con disciplina. E peraltro non è nemmeno il caso di forzarsi: così come quando l’allievo è pronto compare il maestro, così quando il corpo è pronto cambiano spontaneamente gusti ed esigenze alimentari.

Su una cosa, però, è molto facile influire: la qualità dell’acqua che beviamo.
L’acqua la beviamo tutti, e tanto vale bere acqua di alta qualità.
In fin dei conti, siamo composti per il 70-80% di acqua, no?
Il cervello, in particolare, è fatto di acqua per l’85%, e infatti basta anche una piccola disidratazione perché si perda di lucidità mentale.

A questo riguardo, parto subito con pochi consigli, alcune regole d’oro per bere sano:
1. Bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno (30 ml per ogni chilo di peso, per essere precisi).
2. Bere come buona abitudine, e non per sete (per esempio, due bicchieri appena alzati la mattina, e due bicchieri prima di andare a dormire).
3. Bere prima e dopo i pasti (non durante perché ostacola la digestione e porta via energie).
4. Tenere l’acqua in bottiglie di vetro (e non di plastica).
5. Bere acqua di qualità, acqua energeticamente viva  (e non acqua morta o stagnante).

A questo punto, però, la domanda è spontanea: quanti hanno una sorgente di acqua pura vicino a casa?
Chi ce l’ha è a posto, chi non ce l’ha di solito si arrangia con l’acqua oligominerale in bottiglia o con l’acqua di rubinetto.
La prima, però, è una vera e propria schiavitù: costa molto, pesa molto, inquina molto per via della plastica. E, sorpresa sorpresa, è acqua di qualità infima: magari alla fonte era ottima, ma dopo che è stata per mesi chiusa in una bottiglia di plastica, magari al sole o attraversando l’Italia per chilometri e chilometri dentro un tir, è diventata acqua energeticamente morta (riguardo a plastica, trasporti e inquinamento, è inquietante il video-inchiesta di Annie Leonard).

Quanto alla seconda, è vero che per legge è depurata… ma è altrettanto vero che è poverissima di sali minerali, mentre al contrario spesso contiene il cloro o il fluoro delle tubature.
La soluzione a tutto ciò (la propria salute e l’inquinamento ambientale) è semplice, e si chiama Dna2 Pure.

Chi legge Una vita fantastica! da tempo sa che consiglio solo cose perché le ho provate, e per l’appunto ho testato il Dna2 Pure prima di convincermi che si tratta di un ottimo prodotto (ci tengo a consigliare solo il meglio ai miei lettori), che tra l’altro ho fatto provare anche ad altre persone per avere più pareri (in rete è pieno di testimonianze positive su di esso).

DNA2 PURE – LA TEORIA

La teoria che gli sta dietro è questa: esso depura e dinamizza l’acqua, rendendo l’acqua di rubinetto una vera e propria sorgente di acqua viva e dinamizzata, e il tutto senza filtri chimici.
La promessa dei produttori è questa: “Il Dna2 Pure cambierà la tua prospettiva sull’acqua oltre a donarti una serie lunghissima di benefici”.
Ed ecco un primo elenco di benefici connessi al bere l’acqua del Dna2 Pure.
– il Dna2 Pure depura le cellule del corpo,
– il Dna2 Pure depura il sangue,
– il Dna2 Pure migliora l’afflusso di sostenza nutritive alle cellule del corpo,
– il Dna2 Pure rallenta l’invecchiamento del corpo,
– il Dna2 Pure rinnova l’energia corporea e rafforza il fisico,
– il Dna2 Pure migliora rafforza il sistema immunitario,
– il Dna2 Pure elimina i germi patogeni.

Se questo primo elenco non vi basta, ecco il secondo:
– il Dna2 Pure elimina il cloro,
– il Dna2 Pure rimuove le tossine,
– il Dna2 Pure riduce la ritenzione idrica,
– il Dna2 Pure favorisce la digestione e il transito intestinale,
– il Dna2 Pure idrata la pelle e migliora lo stato epidermico,
– il Dna2 Pure migliora lo stato di lucidità e freschezza, specialmente la sera.

Se anche il secondo non vi ha soddisfatti, passiamo al terzo:
– il Dna2 Pure ha un potere ossido riduttivo negativo,
– il Dna2 Pure neutralizza i radicali liberi,
– il Dna2 Pure produce un’acqua strutturata, con le molecole collegate tra loro dai cosiddetti ponti cluster, che la fanno penetrare nelle cellule più facilmente,
– il Dna2 Pure genera un’alta concentrazione di elementi colloidali, e quindi i sali minerali vengono assimilati più facilmente dal corpo,
– il Dna2 Pure genera un’acqua dall’alto potenziale bionenergetico.

A questo riguardo, ci tengo a sottolineare che alcuni studi hanno analizzato e catalogato i vari tipi di acqua, nonché le acque di alcune sorgenti famose, attribuendo loro un valore energetico secondo la scala di Bovis.
Una sorgente di alta montagna misura circa 8.000 unità Bovis; un corpo umano sano viaggia a circa 6.000 unità Bovis e a 3.000-4.000 se malato; l’acqua imbottigliata nelle bottiglie di plastica scende a circa 500-2.000 unità Bovis; alcune sorgenti “miracolose” come Lourdes stanno tra le 20.000 e le 60.000 unità Bovis.
L’acqua Dna2 Pure è stata registrata tra le 15.000 e le 250.000 unità Bovis (valore fluttuante dovuto alle singole reti idriche).
In questo senso, non sorprende che online si trovino testimonianze decisamente positive (sto usando un eufemismo) di chi la ha già utilizzata ricavandone forti benefici a livello fisico, anche su problemi di salute cronici.

Non sorprende, peraltro, considerando il valore bioenergetico appena riferito, nonché il fatto che si tratta di un’acqua senza cloro, senza fluoro, senza batteri, senza calcare, e con residuo fisso pressoché nullo.
Riguardo a questo ultimo punto, ho scoperto che il residuo fisso è uno dei due parametri più importanti per la scelta dell’acqua: più basso è, meglio è.
Da evitare sono quelle acque che hanno un residuo fisso superiore ai 100 mg/l (che equivale a dire 0,100 g/l, e che equivarrebbe a bersi acqua “dura”, “solida”).
L’altro fattore fondamentale è l’alcalinità dell’acqua: i fluidi del corpo umano hanno un PH di circa 7,3. Se si beve o si mangia qualcosa con un PH inferiore, si sta rendendo il corpo acido, mentre cibi o acqua con PH simile o superiore vanno benissimo (l’acqua del Dna2 ha un PH di 7,5).
A questo riguardo, potete leggervi questo libro:
Il miracolo dell’acqua alcalina, di Robert Young.
Sull’importanza dell’acqua in generale, vi raccomando invece questo altro libro:
Il tuo corpo implora acqua, di Fereydoon Batmanghelidj.

Detto tutto ciò, sintetizzo in breve il funzionamento del Dna2 Pure (fattore teorico che comunque per me importa poco, certamente meno dei benefici riscontrati nell’esperienza personale), che è composto di due generatori di vortici a forma di elica di dna secondo la proporzione del codice aureo, e di un generatore multifrequenziale per rendere l’acqua più benefica per il corpo umano.
Nella parte alta del Dna2 c’è una spirale in scala del dna nella quale si ha la debatterizzazione dell’acqua atraverso le proprietà dell’argento 1000 (che riesce a debellare più di 650 tra batteri, virus e funghi). La forma a spirale inoltre fa vorticare l’acqua in modo da strutturare le molecole dell’acqua separando i ponti cluster (maggior penetrazione nelle cellule e maggior assimilazione dei sali minerali), liberando gli ioni H (funzione antietà) ed elevando il potenziale bioenergetico dell’acqua (misurato come si diceva in unità Bovis).
Nella seconda parte del filtro grazie a un magnete si sfruttano i principi della magnetizzazione, affinando così il processo di disgregazione dei sali minerali.
Nella parte successiva si provvede a energizzare l’acqua grazie al generatore di frequenze che la carica e le conferisce un potere ossido riduttivo negativo, tale da far penetrare l’acqua più facilmente nelle cellule del nostro corpo e quindi da ripulire l’organismo dalle tossine.
Nell’ultima parte del Dna2 è inserita un’altra spirale, anch’essa in scala del dna, che contribuisce a mantenere intatta la struttura dell’acqua così riorganizzata, eliminando inoltre il cloro.
Da sottolineare anche che il tubo in acciaio inox curvato, con punto di uscita capovolto di 180 gradi rispetto all’entrata, genera una forte ossigenazione dell’acqua secondo la teoria delle vorticizzazione.

DNA2 PURE – LA MIA ESPERIENZA

Detto questo, passiamo alla mia esperienza, precisando che fino a questo momento bevevo acqua di rubinetto, avendo la fortuna di abitare in una delle città italiane messe meglio da questo punto di vista, e precisando anche che sono da molti anni un buon bevitore, e che avevo già l’abitudine di bere appena alzato e prima di andare a dormire.

L’acqua del Dna2 Pure, che si monta in un meno di un minuto, è indiscutibilmente buona e leggera, con tutto quello che ciò implica (residuo fisso, no cloro, no fluoro, no calcare, etc).
Non appena versata nella bottiglia, si vedono tantissime bollicine, più piccole ma molto più numerose dell’acqua frizzante (segno della fortissima ossigenazione dell’acqua del Dna2 Pure e della sua energia).
Non ho mai avuto la pelle così idratata in vita via, pur avendo testato il Dna2 in piena estate, con temperature tra i 30 e 40 gradi, e un’umidità che qui da me in questo periodo è vicina al 100%.
Mi sono accorto di aver perso due chili, pur senza modificare nulla di alimentazione o attività fisica, e pur senza essere cambiato esteticamente, segno che, se non sono più “piccolo” fuori, sono più “leggero” dentro.
Diuresi perfetta e transito intestinale ok, e inoltre sento i denti più puliti e “lisci”.
Fortunatamente non ho problemi di salute gravi o cronici su cui “testimoniare”, ma comunque in rete ho trovato testimonianze di ogni tipo (ad esempio sullo stesso sito del distributore, Life Innovation).
Salute e parte, devo confessare che mi sto abituando talmente bene con quest’acqua buona e leggera che nei giorni in cui sono stato fuori casa per viaggi vari mi è mancata (lo so, è strano da dire, ma è così).

 

 

 

 

 

 

 

DNA2 PURE – CONVIENE?

Già quello che ho riscontrato io per quanto mi riguarda è abbondantemente sufficiente per consigliarne l’acquisto (con l’eccezione, per cui ho chiesto appositamente, di reti idriche di acqua non potabile o di pozzi privati non sicuri, su cui il Dna2 non va installato), e peraltro con queste premesse sono sicuro che l’acqua del Dna2 Pure vada a influire positivamente sulla circolazione sanguigna, sulle cellule del corpo e sul sistema immunitario.

Altra cosetta, mica da ridere: l’acqua si può utilizzare non solo per bere, ma anche per lavarsi, per lavare in terra o per lavare i piatti, considerato il suo forte potere pulente e sgrassante (sapevo già di persone che hanno smesso di usare detersivi, magari aggiungendo solo succo di limone o qualcos’altro di ugualmente leggero, e io stesso ho testato positivamente la cosa).
Se si aggiunge la libertà dalla plastica, dal peso delle bottiglie, il fatto che non c’è nessun costo di montaggio o di manutenzione, né alcun costo per cambio filtri o altro, direi che è il caso di farci un pensierino.

Specialmente perché, e forse questa è la cosa più convincente tra tutte, il produttore è così sicuro del suo prodotto che ha inserito la garanzia soddisfatti o rimborsati: se per qualsiasi motivo il cliente non fosse soddisfatto del prodotto, verrebbe rimborsato integralmente.
Francamente, non riesco a pensare di meglio, specie a confronto di filtri più costosi (dai 2.000 agli 8.000 euro) e meno “talentuosi”: con circa 700 euro ricevete a casa il Dna2 Pure, che vi dura una vita e che è coperto dalla suddetta garanzia.
Credo che risparmiando un paio di mesi chiunque se lo possa comprare (mi sembra ci sia anche la possibilità di dilazionare il pagamento), portandosi così a casa acqua viva e salute per tutta la vita: non male come scambio.

Buona acqua e buon benessere a tutti.

Fosco Del Nero

Share Button

Altri articoli che potrebbero interessarti...